8 maggio 2021 - sabato della V settimana di Pasqua


Gv 15, 18-21 Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli:

«Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma vi ho scelti io dal mondo, per questo il mondo vi odia.

Ricordatevi della parola che io vi ho detto: "Un servo non è più grande del suo padrone". Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. Ma faranno a voi tutto questo a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato».


Parola del Signore.

... Un servo non è più grande del suo padrone ...

Perché tutto questo spreco? Non si poteva vendere questo profumo e darlo ai poveri? Passano i secoli, ma il linguaggio di chi circonda Gesù senza sapere cosa vuol dire amare non muta, ha solo suoni diversi, non riesce a emanare profumo e chi vuole amare continua a essere ritenuto ed etichettato come “stupido”. La sfida che Gesù ci offre ogni giorno è quella di arrivare a perdonare di cuore, è una questione di qualità.

Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me, ci dice il Vangelo di oggi. Il perdono è un'arte divina in cui bisogna esercitarsi e perciò conviene cominciare a farci perdonare e perdonare le piccolissime cose della vita quotidiana, per essere pronti ai grandi appuntamenti della vita.

I minimi gesti di perdono preparano i grandi momenti in cui il perdono è l'unica via per restare umani e comportarsi da discepoli. Solo una simile esperienza può sciogliere dentro di noi quei bocconi amari, che talvolta siamo costretti a deglutire con tanto sforzo. Per passare attraverso questo ponte del perdono ricevuto e offerto, Gesù ci insegna che bisogna attraversare l'esperienza dell'amore assolutamente gratuito di cui siamo oggetto da parte di Dio Padre. Come diceva p. Louf: "Solo colui che è stato guarito dall'amore di Gesù può guarire a sua volta, di uno stesso amore che non vede neppure più le offese".

Buona giornata e un augurio particolare a tutte le mamme,

Sr Barbara



15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti