MARIA E LA PREGHIERA CONTEMPLATIVA

«Mi sono presa per guida la Madonna,
mi sono stretta ben salda alla sua mano,
affinchè facesse lei per me
e mi conducesse attraverso il deserto».

La Madonna del Rosario è la Regina di tutta la Piccola Casa e il giorno della sua memoria liturgica, il 7 ottobre, è per noi grande festa.
A lei chiediamo di insegnarci il segreto della contemplazione, pregando insieme in coro il Santo Rosario, ogni giorno.

 


Leggiamo nella Regola della nostra prima Madre:

“Qualunque siano le preghiere,
pensare di lodare e benedire il Signore, stare raccolte”
e quando preghiamo il santo rosario ricordiamo
che “è l’arma che la nostra buona Madre
ci portò dal cielo acciò possiamo con questo mezzo ottenere le grazie e la forza di combattere col nemico…”.

(dalla prima Regola)

“La preghiera liturgica della Chiesa è sempre – manifestamente o nascostamente, consapevolmente o inconsapevolmente – una preghiera mariana, perciò dobbiamo implorare sempre l’intercessione di Maria”
(von Balthasar).

 

Con questa consapevolezza ci rivolgiamo quotidianamente a Lei portandole tutte le intenzioni che abbiamo nel cuore e che ci vengono affidate in vari modi, per telefono, per scritto, a viva voce ecc.

Nulla si sottrae al calore della preghiera.

Il rosario dovrebbe essere per noi occidentali – e per noi cottolenghine in particolare – l’equivalente di ciò che è la preghiera di Gesù per gli orientali, il cammino di umiltà di cui abbiamo bisogno per raggiungere l’immersione nella preghiera perpetua. Per arrivare a questa vetta, il rosario è una delle strade più rapide, proprio perché è la più “povera”. 

Ognuna di noi può dire con l’amato Giovanni Paolo II:

«Il rosario è la mia preghiera preferita. È una preghiera meravigliosa. Meravigliosa per profondità e semplicità… Possiamo riunire nelle decine del rosario tutti gli avvenimenti della nostra vita individuale o familiare, della vita della nostra nazione, della Chiesa e della Umanità».

LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube