LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube

Che cos'è

la LectioDivina?

Suggerimenti per leggere la Scrittura, restare alla presenza del Signore, essere condotti alla preghiera

Un luogo: di solitudine

Beato chi custodisce gli insegnamenti del Signore (Sal 118,2)

Se vuoi immergerti nella lettura della Parola di Dio, cerca un luogo di solitudine.

La tua camera è un luogo adatto per metterti in ascolto di Dio. Una croce o un'icona ti possono aiutare a stare alla sua Presenza.

Se hai voglia di fuggire, resisti. Qui non hai niente da fare, niente da dire. Ti stacchi da tutto. Aspetti. Desideri essere più leggero per essere più libero e disponibile.

Qui non sei solo. La comunione dei Santi ti sostiene. Non sei qui per te solo. Sei unito a tutta la Chiesa.

Attendi una Parola a nome di tutti gli uomini, tuoi fratelli e sorelle.

Un tempo: il silenzio

Parla Signore il tuo servo ascolta (1 Sam 3,10)

Ascoltare chiede calma. Il silenzio attorno a te favorisce l'attenzione del cuore. Ci sono dei tempi più adatti alla calma: la mattina presto, la notte...

Al Signore non possono essere riservati i ritagli di tempo. Resta fedele all'appuntamento con la Parola.

Cerca il silenzio e la Presenza di Dio avvolgerà la tua vita.

Cerca l'assiduità nella lettura perchè la Scrittura penetri nello spirito e nel corpo. Gli antichi imparavano a memoria i testi della Scrittura per rivivere in se stessi quello che avevano ascoltato. Perchè non provi anche tu?

L'attenzione del cuore

Parla Signore il tuo servo ascolta (1 Sam 3,10)

La Parola di Dio vuole abitare il cuore, il centro della persona. La "lectio divina" è un metodo antico per fare abitare la Scrittura che leggi al centro della tua vita e per abbracciare tutta la persona.

Il cuore, secondo la Scrittura,  è la sede delle facoltà spirituali: memoria, intelligenza, affetto. E' l'attenzione del cuore il primo strumento della "lectio divina". Se vuoi ascoltare il Signore offri il tuo cuore a Dio. Lui ne faccia un cuore di carne, nuovo purificato. Solo un cuore mite può ricevere il dono di Dio. Il Signore ha promesso di dare un cuore nuovo a chi lo chiede (cfr. Ez 18,31).

Quando cominci la "lectio divina" ricorda la parabola del seminatore. Il Signore sta per seminare la Parola in te. Tu sei uno di quei terreni: ingombro di sassi e spine, strada dove passa di tutto, terreno buono tenero e disponibile. La Parola cada in te come un terreno fecondo "un cuore buono che conserva la Parola ascoltata con perseveranza per portare frutto a suo tempo" (cfr. Lc 8,15). In un cuore puro il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, prenderanno dimora.

I passi della Lectio Divina

Cercate con la lettura,

troverete con la meditazione

Bussate nella preghiera,

entrerete nella contemplazione

Prima di iniziare la lettura delle Scritture PREGA lo Spirito santo che scenda in te, che "apra gli occhi del tuo cuore" e che riveli il volto di Dio non nella visione ma nella luce della fede.

Prega con la certezza di essere esaudito, perchè Dio dona sempre lo Spirito santo a chi lo invoca con umiltà e docilità.

Se vuoi prega così:

Dio nostro, Padre della luce,

tu hai inviato nel mondo tuo Figlio,

Parola fatta carne per mostrarti a noi uomini.

Invia ora il tuo Spirito santo su di me,

affinchè possa incontrare Gesù Cristo in questa Parola

che viene da te,

affinchè lo conosca più intensamente

e conoscendolo lo ami più intensamente

pervenendo così alla beatitudine del Regno.

Amen.

 
 

LEGGI attentamente, adagio, più volte il testo: o un brano del lezionario o un brano di un libro biblico cursivamente, cercando di ASCOLTARLO con tutto il cuore, con tutta l'intelligenza, con tutto il tuo essere.

Silenzio esterno, silenzio interiore e concentrazione accompagnano la tua lettura e la rendono ascolto.

Non scegliere a caso. Segui la liturgia del giorno oppure leggi un libro della Bibbia dall'inizio alla fine.

Leggi il testo più volte, anche sussurrandolo.

Cerca di imprimere il testo nel cuore e nella memoria.

Quando le tue parole mi vennero incontro,

le divorai con avidità (Ger 15,16).

Lascia risuonare in te le parole che leggi fino quasi ad ascoltare la voce che esse custodiscono.

La Parola che risuona è per te oggi, è da vivere insieme con la Chiesa, è per il bene degli uomini.

RIFLETTI CON LA TUA INTELLIGENZA illuminata dalla luce di Dio sul testo.

Aiutati da alcuni strumenti, concordanze bibliche, commenti patristici, esegetici, cercando di comprendere in profondità e in estensione che cosa "sta scritto",

INTERPRETA LA SCRITTURA CON LA SCRITTURA cercando Cristo centro di ogni pagina e di tutta la Bibbia. La legge, i profeti, gli apostoli parlano sempre di lui.

RILEGGI il testo cercando. Cerca il cuore del brano che hai letto. Non cercare quello che già sai. Non stancarti se per un po' il testo è muto. C'è una parola nuova che ti aspetta, che ti indica una via, che ti chiede un cambiamento, una conversione.

RUMINA le parole nel tuo cuore e applica a te, alla tua situazione il messaggio del testo.

Lasciati stupire, attrarre dalla Parola. Guarda a Cristo, rifletti Cristo in te e non guardare troppo a te stesso: è Lui che ti trasfigura.

C'è da meravigliarsi nello scoprire che il Signore non è lontano. La sua Parola è molto vicina alla tua vita (cfr. Dt 30,11-14)

Ora, ripieno di Parola di Dio, PARLA al tuo Signore o meglio RISPONDI a Lui, agli inviti, alle ispirazioni, ai richiami, ai messaggi, alle richieste che egli ti ha rivolto nella sua Parola compresa nello Spirito santo.

Prega con franchezza, con fiducia, senza tregua e senza scivolare in troppe parole umane.

E' il momento della LODE, del RINGRAZIAMENTO, dell'INTERCESSIONE.

Cerca di guardare con i suoi occhi ogni cosa: te stesso, gli altri, gli eventi, la storia, le creature tutte del mondo. CONTEMPLAZIONE E' VEDERE TUTTO E TUTTI CON GLI OCCHI DI DIO.

CONSERVA NEL TUO CUORE la Parola ricevuto, come Maria, la donna dell'ascolto.

CONSERVA, CUSTODISCI, RICORDA la Parola ricevuta. Richiamala a te nelle diverse ore del giorno attraverso il ricordo del brano pregato o di un versetto.

Prendi risoluzioni pratiche in base alla tua vocazione e alla tua funzione tra gli uomini, lasciando sempre che la Parola abbia il primato e la centralità nella tua vita.

IMPEGNATI A REALIZZARE LA PAROLA DI DIO nella tua giornata.