28 settembre 2019 - sabato XXV settimana TO

Aggiornato il: feb 16

Lc 9, 43-45 Dal Vangelo secondo Luca

In quel giorno, mentre tutti erano ammirati di tutte le cose che faceva, Gesù disse ai suoi discepoli: «Mettetevi bene in mente queste parole: il Figlio dell'uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini». Essi però non capivano queste parole: restavano per loro così misteriose che non ne coglievano il senso, e avevano timore di interrogarlo su questo argomento.

Parola del Signore.

Flagellazione di Cristo di Guido Reni (Bologna)

Gesù sta per essere consegnato nelle mani degli uomini e consegnato nelle mani di noi peccatori: processato, umiliato, condannato, su di lui si scarica tutta la violenza dell'umanità, eppure, in quel momento, l'umanità contempla quanto è buono il Signore che si è affidato così, un Dio donatore, che non solo dona, ma si dona.

L'uomo è tentato di porre il bene con la forza, ma Dio non è un dittatore.

L'uomo si affiderà a Dio perchè Lui per primo si è affidato all'uomo.

Facendo il primo passo, consegnandosi nelle nostre mani, Dio viene ucciso, ma l'uomo è salvato. Consegnato nelle nostre mani, possiamo non solo conteplare, ma mangiare e bere, l'amore di Dio per ciascuno di noi.

sr M. Barbara

12 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube