27 febbraio 2020 - Giovedì dopo le Ceneri

Lc 9, 22-25 Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Il Figlio dell'uomo deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno». Poi, a tutti, diceva: «Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua. Chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia, la salverà. Infatti, quale vantaggio ha un uomo che guadagna il mondo intero, ma perde o rovina se stesso?».


Parola del Signore.


Il Figlio dell'uomo deve soffrire molto ...

Appena cominciata la Quaresima, la Chiesa ci dona per la giornata di oggi questo brano di Luca. Gesù annuncia ai discepoli la sua Passione e Risurrezione. “Poi, a tutti, diceva …”

C’è un annuncio fatto agli intimi, a coloro che sono suoi, che sono e saranno a fondamento delle comunità. E c’è un invito fatto a tutti coloro che vorranno amarlo e seguirlo, che consiste nel prendere la croce ogni giorno. Davvero, se vogliamo essere Suoi, non possiamo pensare di far diverso dal Maestro.

Quando leggo gli ultimi versetti di questo brano, penso ai tanti signorotti del mondo, ai potenti che spadroneggiano, che guadagnano il mondo intero lasciando morire milioni di persone di fame … preghiamo perché, finché sono in tempo, possano accorgersi di come è vera la Parola di Gesù. Quale vantaggio … se poi perde o rovina se stesso?

Scrive p. Rupnik, riprendendo Solov’ëv: “Se tutto il bene è in Dio, allora, per cercare il bene, bisogna solo aprirsi a Lui. E siccome l’ostacolo non è nella natura esterna, che è passiva e non agisce da sé, ma nell’essere che si sforza di agire da sé secondo il proprio giudizio, cioè nella nostra volontà, per fare il bene bisogna dare la nostra volontà a Colui che è il bene, quindi lo possiede e pertanto lo può anche realizzare!”

Buon cammino di Quaresima a tutti!

Sr. Anna Maria

25 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube