top of page

23 novembre 2021 - martedì XXXIV settimana TO

San Colombano, abate, che di origine irlandese, fattosi pellegrino per Cristo per istruire nel Vangelo le genti della Francia, fondò insieme a molti altri monasteri quello di Luxeuil, che egli stesso governò in una stretta osservanza della regola; costretto all'esilio, attraversò le Alpi e fondò in Emilia il monastero di Bobbio, celebre per la disciplina e gli studi, dove, benemerito della Chiesa, morì in pace e il suo corpo fu deposto in questo giorno.


L'amore di Dio é la rinnovazione della sua immagine. Ama veramente Dio chi osserva i suoi comandamenti, poiché egli ha detto: "Se mi amate, osserverete i miei comandamenti" (Gv 14, 15). Il suo comandamento é l'amore reciproco. Così é stato detto: "Questo é il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati" (Gv 15, 12). Il vero amore però non si dimostra con le sole parole "ma coi fatti e nella verità" (1 Gv 3, 18). Dobbiamo quindi restituire al Dio e Padre nostro la sua immagine non deformata, ma conservata integra mediante la santità della vita, perché egli é santo.

Dalle "Istruzioni" di san Colombano, abate



Lc 21, 5-11 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta».

Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: "Sono io", e: "Il tempo è vicino". Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine».

Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.

Parola del Signore.

...non sarà lasciata pietra su pietra...

Sono belle le pietre del Tempio costruito da mani d'uomo, ma il luogo del vero Tempio, edificato sulla Pietra d'angolo, Cristo Gesù e, abitato dal Suo Santo Spirito, è costruito con pietre vive e scelte.

Anche noi facciamo parte della moltitudine dei credenti, della Chiesa che formerà la Gerusalemme celeste. Se ci raduniamo insieme nel suo nome e lo adoriamo, Lo amiamo e Lo seguiamo.

"Non sapete che siete Tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi? Se uno distrugge il Tempio di Dio, Dio distruggerà lui. Perchè santo è il Tempio di Dio che siete voi (1Cor 3,16-17).

"Hanno dato alle fiamme, il tuo santuario, hanno profanato e demolito la dimora del tuo nome" (Sl 73).

Ma il Fuoco dello Spirito edifica e non distrugge: " Si trovavano tutti insieme nello stesso luogo... venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento impetuoso che riempì tutta la casa dove si trovavano... Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciaescuno di loro" (cfr. At 2,1-3).

O Dio, che ai tuoi apostoli riuniti nel cenacolo con Maria madre di Gesù, hai donato lo Spirito Santo, concedi anche a noi, per intercessione della Vergine di consacrarci pienamente al tuo servizio e annunciare con la parola e con l'esempio le grandi opere del tuo amore. (Dalla ligurgia comune della B.V. Maria)

sr M. di Gesù Bambino

17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti