top of page

6 maggio 2023 - sabato della 3a settimana di Pasqua

Gv 14, 7-14 Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».

Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta».

Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: "Mostraci il Padre"? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse.

In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch'egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.


Parola del Signore.


Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non  credettero.
Mostraci il Padre

Carissimi amici,

oggi Gesù, propone se stesso come il tutto, come il tesoro che basta in assoluto.

Perchè allora, tirarsi dietro tante cianfrusaglie? Seguire Gesù significa accettare un cambiamento radicale, un vero capovolgimento, una vera conversione.

"Qualunque cosa chiederete nel mio Nome, la farò! ".

Allora crediamo veramente e scegliamolo come unica Autorita della nostra vita, sceglierlo come una scelta d'amore.

sr M. Barbara

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page