top of page

27 aprile 2024 - sabato della IV settimana del Tempo di Pasqua

Gv 14, 7-14

Dal Vangelo secondo Giovanni


In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto».

Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta».

Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: "Mostraci il Padre"? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse.

In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch'egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.


Parola del Signore.


... credete a me ...

 Oggi il Vangelo ci parla del desiderio di vedere il Padre. È l’apostolo Filippo a esprimere  questo desiderio che è nel cuore di ogni persona, anche nel nostro. Gesù ci ha mostrato il Padre con la sua parola e le sue opere, con  tenerezza e forza; quanti aprono il  cuore e la loro vita a Lui, vedono il Padre nell’immenso amore che ci dona nel Figlio. Aprendosi  a Cristo con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutte le forze, il discepolo conosce anche il Padre. Dio ci ama sempre, e sempre ci attende per donarci, in Gesù, il suo amore di Padre. La Parola di Dio, letta con amore e devozione può divenire la nostra vera guida e il nostro vero sostegno nel cammino di conoscenza del Padre.

Chiediamo a Maria di tenerci per mano nel cammino che conduce alla conoscenza del Padre, nel Figlio, per lo Spirito Santo, per crescere nell’abbandono e nella fiducia in Lui che ci ama.

San Giuseppe Benedetto Cottolengo, di cui celebreremo la solennità il prossimo 30 aprile, nel 90° anniversario della canonizzazione, che ha vissuto nell’abbandono alla Divina Provvidenza e nella lode perenne al Signore, ci insegni la via da percorrere.

Apriamo il nostro cuore alla gioia nella fede, nella speranza e nella carità.

Deo gratias!

Sr Maria Antonietta    

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page