21 dicembre 2019 - sabato Feria di Avvento

Aggiornato il: mar 1

Lc 1, 39-45 Dal Vangelo secondo Luca

In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento di ciò che il Signore le ha detto».

Parola del Signore.


Benedetta tu fra le donne ...

In principio, prima dei secoli, il Verbo era Dio. In principio, nei tempi antichi, l’umanità esausta per le molte schiavitù aspettava un liberatore, un Messia secondo la promessa di Dio, e lo attese per 42 generazioni …

Dal santuario eterno venne una proposta. Chi manderò? Chi andrà per noi? Uno rispose: Eccomi, manda me! E cominciò il viaggio del Messia liberatore, dall’Eterno nel tempo, dal divino all’umano. L’angelo, entrando da Maria, disse: Rallegrati, piena di grazia …. Avrai un figlio e lo chiamerai Gesù. … E Maria disse: Eccomi, avvenga di me secondo la tua parola. Maria concepì e diede alla luce un figlio.

Presso le querce di Mamre, tre illustri personaggi entrarono nella tenda di Abramo. E furono accolti da lui con tutti gli onori. A un certo punto chiedono: Dov’è tua moglie, Sara? Tornerò da te fra un anno e tua moglie avrà un figlio. Sara era sterile come Elisabetta. Il visitatore che qui viene descritto è Dio stesso, l’unico Dio in tre Persone. La Parola di Dio realizza ciò che dice.

Maria canta il Magnificat. Quando tutte le generazioni la chiameranno beata, la faranno per magnificare in le l’opera di Dio. Il Dio dell’alleanza ha manifestato la sua salvezza, agli occhi dei popoli ha rivelato la sua giustizia. Maria è vera donna, è povera perché ha consegnato se stessa a Dio e può parlare a nome di tutti i poveri.

Per il suo popolo fedele si è fatto Emmanuele, cantiamo tutti insieme come gli angeli a Betlemme: Gloria a Dio nei cieli belli, pace agli uomini fratelli.

Un messaggio vi lasciamo e di cuore vi auguriamo: sia Gesù in mezzo a voi e per sempre siate suoi!

Sr M. Consolata


























13 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube