18 aprile 2020 - sabato dell'ottava di Pasqua

Mc 16, 9-15

Dal Vangelo secondo Marco


Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.

Dopo questo, apparve sotto altro aspetto a due di loro, mentre erano in cammino verso la campagna. Anch'essi ritornarono ad annunciarlo agli altri; ma non credettero neppure a loro.

Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura».

Parola del Signore.


Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura

Gesù disse loro: “Andate in tutto il mondo, predicate il mio vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo”.

Ecco, Gesù Risorto apre la Liturgia della strada... Gesù cammina per le strade del mondo, perché il suo cielo è la terra, il suo cielo sono gli altri.

Gesù abita nei passi di chi lo cerca ed è seduto alla destra di ciascuno di noi. Il suo incontro è riserva di luce, perché: “Misericordia e verità si incontreranno, giustizia e pace si baceranno. La verità germoglierà dalla terra e la giustizia si affaccerà dal cielo” (Sl 84,11). La sua gloria si affaccerà dal cielo. Gesù risorto in questo tempo tribolato per la pandemia covid19 viene a noi come respiro del nostro respiro, coraggio del nostro coraggio, come voglia di camminare ancora con Lui nell’infinita capacità di ricominciare.

“IO SONO CON VOI SEMPRE”. Che grazia!

Domani è la festa della Divina Misericordia e anche noi diciamo:

Misericordia di Dio che scaturisce dal seno del Padre confidiamo in TE.

Misericordia di Dio che ci segni in ogni istante della nostra vita confidiamo in TE.

Misericordia di Dio in cui tutti siamo immersi confidiamo in TE.

Sr. M. del Buon Consiglio

29 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube