12 ottobre 2019 - sabato XXVII settimana TO

Aggiornato il: feb 16

Lc 11, 27-28 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre Gesù parlava, una donna dalla folla alzò la voce e gli disse: «Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!». Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

Parola del Signore.

Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!

Nel Vangelo di oggi una donna vedendo Gesù e sentendolo parlare desidera tessere le lodi di sua Madre esclamando: Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!

Sono considerazioni troppo umane?

Come deve essere stato bello il Volto di Gesù, rivelazione del Volto del Padre, il più bello tra i figli dell’uomo e come deve essere stato straordinario sentire parlare il Verbo di Dio...

Gesù però sposta il discorso sul centro, sulla caratteristica più importante di sua Madre: “Beati piuttosto coloro che ascoltano la Parola di Dio e la osservano”.

Gesù dice che sua Madre è beata perché ha ascoltato della Parola di Dio e l’ha messa in pratica.

Elisabetta le aveva detto: Beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto (Lc 1,45).

Maria, da parte sua custodiva tutte queste cose meditandole nel suo cuore (Lc 2,19).

E anche quando era difficile comprendere umanamente il comportamento di Gesù, come quando era rimasto nel Tempio con i dottori della legge a 12 anni (Lc 2,41ss), Sua Madre custodiva tutte queste cose nel suo cuore (Lc 2,51).

Anche noi possiamo cercare di vivere queste beatitudini perché chi ascolta e medita la Parola di Dio è chiamato a generare vita e nutrire il Verbo che si sta facendo carne il lui, a far diventare carne ciò che ha ascoltato.

Con il salmo (118) 119 preghiamo:

Nella via dei tuoi insegnamenti è la mia gioia,

più che in tutte le ricchezze.

Voglio meditare i tuoi precetti,

considerare le tue vie.

Dammi intelligenza, perché io custodisca la tua legge

e la osservi con tutto il cuore.

Quanto amo la tua legge!

La medito tutto il giorno.

Quanto sono dolci al mio palato le tue promesse,

più del miele per la mia bocca.

Lampada per i miei passi è la tua parola,

luce sul mio cammino.

Meravigliosi sono i tuoi insegnamenti:

per questo li custodisco.

sr M.Chiara



6 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube