8 giugno 2020 - lunedì della X settimana T.O.

Mt 5, 1-12 Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:

«Beati i poveri in spirito,

perché di essi è il regno dei cieli.

Beati quelli che sono nel pianto,

perché saranno consolati.

Beati i miti,

perché avranno in eredità la terra.

Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia,

perché saranno saziati.

Beati i misericordiosi,

perché troveranno misericordia.

Beati i puri di cuore,

perché vedranno Dio.

Beati gli operatori di pace,

perché saranno chiamati figli di Dio.

Beati i perseguitati per la giustizia,

perché di essi è il regno dei cieli.

Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. Così infatti perseguitarono i profeti che furono prima di voi».

Parola del Signore.


Beati voi...

Vedendo le folle, Gesù salì sul monte. … e insegnava loro dicendo: “Beati ….” (Mt 5,1ss).

Gesù dona la ‘magna carta’ a chi lo vuole ascoltare e seguire nella vita di ogni giorno. Ci dona le ‘beatitudini’ perché lui per primo le ha vissute nella sua vita terrena, come ce lo insegna il Vangelo: “Beati…”. Ce lo ripete per otto volte, con una intensità di amore e di donazione. ‘Otto’, nella Bibbia, è un numero di pienezza, di perfezione. Nella vita di ogni giorno, ci è data la possibilità e la grazia di vivere le beatitudini nelle piccole o nelle grandi situazioni del nostro vivere quotidiano. “Beati quelli che ascoltano la Parola di Dio e la vivono ogni giorno”.

“Beato l’uomo che ha posto la sua fiducia nel Signore” (Sal 39,5). “Benedetto l’uomo che confida nel Signore e il Signore è la sua fiducia” (Ger 17,7). “Poiché dunque ne abbiamo l’occasione, operiamo il bene verso tutti (Gal6,10).

Maria è beata, perché ha accolto la Parola, la custodita e vissuta, insegni anche a noi il cammino delle beatitudini del Vangelo. Deo gratias!

Sr. Maria Antonietta.


19 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube