top of page

5 dicembre 2023 - martedì della I settimana di Avvento

Lc 10, 21-24


Dal Vangelo secondo Luca


In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: "Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo".


E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: "Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono".


Parola del Signore.


... le hai rivelate ai piccoli ...
... le hai rivelate ai piccoli ...

Gesù esultò nello Spirito Santo. Lo Spirito Santo è il mistero profondo della vita cristiana: ci unisce a Dio, donandoci la sua vita. Per questo, Gesù esorta i suoi discepoli di ieri e di oggi a gioire. Gesù rivela, anche, in questo brano di Vangelo, che nel regno di DIo i veri grandi sono gli umili. Dio comunica se stesso solo all'uomo che accetta con riconoscenza il suo dono. Commentando questo Vangelo, Isacco di Ninive dice: "Non è necessario vagare in ricerca di Dio per i cieli e sulla terra, nè mandare il nostro intelletto alla ricerca di lui in luoghi diversi. Purifica la tua anima, o figlio dell'uomo, rimuovi da te il pensiero delle memorie che sono estranee alla natura, appendi davanti ai tuoi moti il velo della castità e dell'umiltà, e così potrai trovare colui che è dentro di te. Agli umili, infatti, sono rivelati i misteri".

Sr. M. Margherita

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários

Avaliado com 0 de 5 estrelas.
Ainda sem avaliações

Adicione uma avaliação
bottom of page