top of page

4 luglio 2022 - lunedì della XIV settimana del Tempo Ordinario

A Torino, beato Piergiorgio Frassati, che, giovane militante in associazioni del laicato cattolico, si impegnò con tutto se stesso in iniziative di sviluppo sociale e di carità verso i poveri e i malati, finché morì colpito da paralisi fulminante.


Nel nostro secolo, Pier Giorgio Frassati, che a nome della Chiesa oggi ho la gioia di proclamare beato, ha incarnato nella propria vita queste parole di san Pietro. La potenza dello Spirito di verità, unito a Cristo, lo ha reso moderno testimone della speranza, che scaturisce dal Vangelo, e della grazia di salvezza operante nel cuore dell’uomo. È diventato, così, il testimone vivo e il difensore coraggioso di questa speranza a nome dei giovani cristiani del secolo ventesimo.

3. La fede e la carità, vere forze motrici della sua esistenza, lo resero attivo e operoso nell’ambiente in cui visse, in famiglia e nella scuola, nell’università e nella società; lo trasformarono in gioioso ed entusiasta apostolo di Cristo, in appassionato seguace del suo messaggio e della sua carità.

(San Giovanni Paolo II)

 

Mt 9, 18-26 Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, [mentre Gesù parlava,] giunse uno dei capi, gli si prostrò dinanzi e disse: «Mia figlia è morta proprio ora; ma vieni, imponi la tua mano su di lei ed ella vivrà». Gesù si alzò e lo seguì con i suoi discepoli.

Ed ecco, una donna, che aveva perdite di sangue da dodici anni, gli si avvicinò alle spalle e toccò il lembo del suo mantello. Diceva infatti tra sé: «Se riuscirò anche solo a toccare il suo mantello, sarò salvata». Gesù si voltò, la vide e disse: «Coraggio, figlia, la tua fede ti ha salvata». E da quell'istante la donna fu salvata.

Arrivato poi nella casa del capo e veduti i flautisti e la folla in agitazione, Gesù disse: «Andate via! La fanciulla infatti non è morta, ma dorme». E lo deridevano. Ma dopo che la folla fu cacciata via, egli entrò, le prese la mano e la fanciulla si alzò. E questa notizia si diffuse in tutta quella regione.

Parola del Signore. Lode a Te o Cristo.


... le prese la mano e la fanciulla si alzò.

Nel Vangelo di oggi Gesù mostra che è il Salvatore del mondo.

In molti modi viviamo opressi da tanti pericoli, turbamenti, malattie del corpo, della psiche e dell'anima. A volte viviamo davvero nell'oscurità: dove trovare chi davvero può fare qualcosa.

Non cerchiamo tra gli uomini, maghi e profeti: è un'illusione che prima o poi si concluderà male. Solo Dio ci può salvare, è lui che ci ha fatto ed è il medico delle nostre anime opresse. Chiediamo a lui aiuto!

Perchè non provare a ripetere nella giornata la preghiera del nome di Gesù?

"Signore Gesù Cristo, abbi pietà di me peccatore".

Sicuramente si chinerà ancora una volta e ci aiuterà e ci consolerà.

Buona giornata.

sr M.Chiara

29 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page