top of page

4 gennaio 2024 - giovedì II settimana del Tempo di Natale


Gv 1, 35-42

Dal Vangelo secondo Giovanni


In quel tempo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: "Ecco l'agnello di Dio!". E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù.


Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: "Che cosa cercate?". Gli risposero: "Rabbì - che, tradotto, significa maestro -, dove dimori?". Disse loro: "Venite e vedrete". Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.


Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: "Abbiamo trovato il Messia" - che si traduce Cristo - e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: "Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa" - che significa Pietro.

Parola del Signore.


... rimasero con lui ...

Gesù viene additato da Giovanni come l'Agnello di Dio e lascia che i suoi discepoli seguano Gesù invece che lui.

Gesù chiede loro, e a ciascuno di noi: Che cercate?

Essi vogliono vedere dove abita. Gesù li invita: Venite e vedete

E' un invito a fare esperienza diretta di Lui. Anche noi siamo invitati a questo. Andrea va subito a chiamare suo fratello Pietro. Gesù fissa lo sguardo su di lui: ha già in mente cosa fare di lui! Il Gesù di Giovanni è Signore del tempo e dello spazio. Preghiamo perchè sappiamo capirlo.

Sr. M. Angela

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page