31 ottobre 2019 - giovedì XXX settimana TO

Aggiornato il: feb 16

Lc 13, 31-35 Dal Vangelo secondo Luca

In quel momento si avvicinarono a Gesù alcuni farisei a dirgli: «Parti e vattene via di qui, perché Erode ti vuole uccidere». Egli rispose loro: «Andate a dire a quella volpe: "Ecco, io scaccio demòni e compio guarigioni oggi e domani; e il terzo giorno la mia opera è compiuta. Però è necessario che oggi, domani e il giorno seguente io prosegua nel cammino, perché non è possibile che un profeta muoia fuori di Gerusalemme". Gerusalemme, Gerusalemme, tu che uccidi i profeti e lapidi quelli che sono stati mandati a te: quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una chioccia i suoi pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto! Ecco, la vostra casa è abbandonata a voi! Vi dico infatti che non mi vedrete, finché verrà il tempo in cui direte: "Benedetto colui che viene nel nome del Signore!"».

Parola del Signore.

Egli rispose loro: «Andate a dire a quella volpe...

Gerusalemme, Gerusalemme…: quanta passione d’amore nelle parole di Gesù che oggi il vangelo ci riporta.

Gesù è un uomo ebreo che cantava i Salmi:

Quale gioia quando mi dissero:

Andremo alla casa del Signore

E ora i nostri piedi si fermano alle tue porte, Gerusalemme

Noi chiamiamo Roma “città eterna”, ma di fatto la città eterna o meglio la città “celeste”, che scenderà dal cielo come una sposa è Gerusalemme. Là tutti noi siamo nati in spirito e verità e là tutti un giorno saliremo, come ci descrive l’Apocalisse di S. Giovanni.

Dedichiamo questa giornata ad “innamorarci” di Gerusalemme, amata da Dio come una Sposa.

Ti mostri al mondo, schiuso dai Tuoi occhi. D'oro ai tramonti, all'alba spunti in fiore. E' come miele abbandonarsi a Te, Jerusalem Jerusalem. E fuochi accesi ad ardere i Tuoi fianchi, tracce nel tempo, segni per il cuore. Ma come è pietra risalire a Te, Jerusalem Jerusalem. Sei Tu la Via sei Tu l'Idea l'universo della Vita, sei Tu Sei Tu la Via, L'universo della Vita, sei Tu. Luce che accende le tenebre ai figli, stella maestra, degli uomini. Madre di tutte le Madri, coro immenso, di canti e preghiere tessi una tela di pace dal Tuo aspo Gerusalemme.

M. M. Patrizia




23 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube