30 ottobre 2019 - mercoledì XXX settimana TO

Aggiornato il: 16 feb 2020

Lc 13, 22-30 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». Disse loro: «Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno. Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: "Signore, aprici!". Ma egli vi risponderà: "Non so di dove siete". Allora comincerete a dire: "Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze". Ma egli vi dichiarerà: "Voi, non so di dove siete. Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!". Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori. Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi».

Parola del Signore.

Sforzatevi di entrare per la porta stretta...

“Signore, aprici!”Lc 13,25

Signore, “dipende da te aprire a chi bussa… Aprici dunque l’autentico significato delle parole, e donaci luce per comprendere” (S. Ilario, Trattato sulla Trinità).


Ogni giorno, Signore,

apri il mio cuore per accoglierti nella Parola,

apri la mia mente a comprendere.

Apri i miei occhi perché ti riconosca nei miei fratelli

e nelle mie sorelle.

Apri le mie labbra perché ti lodi con tutto il cuore

e con tutta la mia vita.

“Tu solo mi conosci fino in fondo” (cfr Sl 139,14).

“A tutti è aperta dal Signore stesso la fonte del Vangelo, perché tutti in tutta la terra bevano, ognuno secondo la propria capacità” (Sant’Agostino, Trattato su Giovanni).


Sr. Chiara


10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti