29 settembre 2020 - martedì della XXVI settimana del T.O.

Gv 1, 47-51 Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c'è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l'albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d'Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l'albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».

Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell'uomo».

Parola del Signore.

...vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell'uomo...

La scrittura racconta in molti punti della presenza degli Arcangeli come di coloro che ci accompagnano nel cammino e ci fanno sperimentare la presenza e la protezione di Dio. Così nel Libro di Tobia si racconta del suo lungo viaggio in compagnia dell’Arcangelo Raffaele che gli si presentò nell’apparenza di un giovane.

Nel Vangelo di Giovanni, Gesù dice a Nathanaele: “Vedrete il cielo aperto e gli Angeli di Dio salire e scendere sul Figlio dell’uomo”.

Chi crede in Gesù e chi lo segue cammina sotto il cielo aperto. La presenza di Dio è costante e la sua protezione si manifesta in Gesù che dona ai suoi un cuore nuovo e uno spirito nuovo.

Ma la presenza degli Arcangeli non è superata. Essi furono gli amici di Gesù nella sua vita terrena, come si racconta nel Vangelo di Marco: “Lo spirito sospinse Gesù nel deserto e vi rimase per 40 giorni tentato da satana; e stava con le fiere e gli Angeli di Dio lo servivano” (Mc 1,12-13).

Così gli Angeli sono vicini a noi e ci facilitano il cammino verso il cielo.

Condividiamo con voi questa preghiera che ci ha insegnato il Cardinal Saldarini:


Raffaele con Tobia,

Gabriele con Maria,

Michele con la santa gerarchia

ci accompagnino lungo la via...


Buona giornata con la protezione delle schiere angeliche!

Sr M. del Buon Consiglio

24 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube