29 luglio 2022 - venerdì della XVII settimana del T.O.

Memoria di santa Marta, che a Betania vicino a Gerusalemme accolse nella sua casa il Signore Gesù e, alla morte del fratello, professò: «Tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo». Commemorazione dei santi Lazzaro, fratello di santa Marta, che il Signore pianse morto e risuscitò, e di Maria, sua sorella, che, mentre Marta era indaffarata nei suoi molteplici servizi, seduta ai piedi del Signore ascoltava la sua parola.


Marta e Maria erano due sorelle, non solo sul piano della natura, ma anche in quello della religione; tutte e due onoravano Dio, tutte e due servivano il Signore presente nella

carne in perfetta armonia di sentimenti.

Dai «Discorsi» di sant’Agostino, vescovo



Gv 11,19-27 Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa.

Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà».

Gesù le disse: «Tuo fratello risorgerà». Gli rispose Marta: «So che risorgerà nella risurrezione dell'ultimo giorno».

Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; chiunque vive e crede in me, non morirà in eterno. Credi questo?». Gli rispose: «Sì, o Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio, colui che viene nel mondo».


Parola del Signore.

... tuo fratello risorgerà ...

Gesàù parla con Marta del grande mistero della risurrezione. Lazzaro sta per essere risuscitato e questa per Gesù sarà una grande gloria, ma anche ciò che lo porterà al patibolo. La fede nella risurrezione non solo delle anime, ma anche dei corpi, è molto importante: tutti vi siamo destinati. Preghiamo il Signore perchè renda sempre più forte la nostra fede.

Sr. M. Angela

23 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti