28 dicembre 2021 - martedì I settimana tempo di Natale

Festa dei santi Innocenti martiri, i bambini che a Betlemme di Giuda furono uccisi dall’empio re Erode, perché insieme ad essi morisse il bambino Gesù che i Magi avevano adorato, onorati come martiri fin dai primi secoli e primizia di tutti coloro che avrebbero

versato il loro sangue per Dio e per l’Agnello.


Quando i magi annunziano ad Erode che è nato il Re, egli si turba e, per non perdere il regno, cerca di ucciderlo, mentre, credendo in lui, sarebbe stato sicuro in questa

vita e avrebbe regnato eternamente nell’altra.


Dai «Discorsi» di san Quodvultdeus, vescovo





Mt 2, 13-18 Dal Vangelo secondo Matteo

I Magi erano appena partiti, quando un angelo del Signore apparve in sogno a Giuseppe e gli disse: «Àlzati, prendi con te il bambino e sua madre, fuggi in Egitto e resta là finché non ti avvertirò: Erode infatti vuole cercare il bambino per ucciderlo».

Egli si alzò, nella notte, prese il bambino e sua madre e si rifugiò in Egitto, dove rimase fino alla morte di Erode, perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:

«Dall'Egitto ho chiamato mio figlio».

Quando Erode si accorse che i Magi si erano presi gioco di lui, si infuriò e mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme e in tutto il suo territorio e che avevano da due anni in giù, secondo il tempo che aveva appreso con esattezza dai Magi.

Allora si compì ciò che era stato detto per mezzo del profeta Geremìa:

«Un grido è stato udito in Rama,

un pianto e un lamento grande:

Rachele piange i suoi figli

e non vuole essere consolata,

perché non sono più».

Parola del Signore.

Erode mandò a uccidere tutti i bambini che stavano a Betlemme ...

Oggi il Vangelo ci presenta la triste pagina della strage degli Innocenti. Gesù, custodito da Giuseppe, si rifugia in Egitto. I Magi non tornano da Erode. Questi, per essere sicuro di liberarsi dal futuro re che insidia il suo trono, manda ad uccidere tutti i bambini di Betlemme dai due anni in giù. Oggi la strage degli innocenti si ripete con gli aborti, con gli infanticidi e ogni altra violenza fatta ai bambini. Preghiamo perché il Signore ci liberi dallo spirito di Erode, e ci renda semplici come bambini, anche se la società in cui viviamo non capisce la semplicità e spesso considera immaturo chi non è furbo. Preghiamo i santi Innocenti di diventare un po' come loro.

Sr. M. Angela

0 visualizzazioni0 commenti