top of page

26 ottobre 2021 - martedì XXX settimana TO

Lc 13, 18-21 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, diceva Gesù: «A che cosa è simile il regno di Dio, e a che cosa lo posso paragonare? È simile a un granello di senape, che un uomo prese e gettò nel suo giardino; crebbe, divenne un albero e gli uccelli del cielo vennero a fare il nido fra i suoi rami».

E disse ancora: «A che cosa posso paragonare il regno di Dio? È simile al lievito, che una donna prese e mescolò in tre misure di farina, finché non fu tutta lievitata».

Parola del Signore.

... crebbe, divenne un albero e gli uccelli del cielo vennero a fare il nido fra i suoi rami...

Come sono belle queste due piccole parabole del regno di Dio: quella del granello di senape e del lievito. Gesù non utilizza immagini distanti dalla nostra vita, anzi vuole parlare proprio alla nostra vita! Forse noi non abbiamo mai impastato farina e lievito, e forse non lo abbiamo neanche mai visto fare, in questa nostra società industriale in cui compriamo il pane ignorando il processo che ci sta dietro, o attribuendolo soltanto più ai macchinari. Ma al tempo di Gesù questa immagine parlava molto perché era molto comune che le donne impastassero … La misura di lievito è piccolissima rispetto alla farina, ma necessaria altrimenti la massa non lievita. Piccolezza e nascondimento: così siamo chiamati ad essere noi cristiani nel mondo! E non dimentichiamo la pazienza, perché ci vuole tempo, quello della lievitazione! Tempo di attesa. “Il mio apostolato deve essere l’apostolato della bontà. Vedendomi la gente deve dire: Poiché quest’uomo è buono … la sua religione dev’essere buona …” (Charles de Foucauld). Buono come il pane!

sr Anna Maria

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page