25 novembre 2022 - venerdì XXXIV settimana TO

Lc 21, 29-33 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli una parabola:

«Osservate la pianta di fico e tutti gli alberi: quando già germogliano, capite voi stessi, guardandoli, che ormai l'estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che il regno di Dio è vicino.

In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno».


Parola del Signore.

Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno...

Il Vangelo di oggi ci parla della fine dei tempi dandoci molta speranza.

Sarà come l'estate che si avvicina, come i giorni di pieno sole quando sulle piante si vedono i fiori e i frutti...

Gesù precisa: "Non passerà questa generazione prima che tutto ciò avvenga."

Ma Gesù si è sbagliato?

Penso che Gesù ci voglia dire che il Regno di Dio viene sempre, anche nella mia vita. Non passerà la mia vita senza che il Regno mi si faccia vicino. Dio, come Padre buono, viene sempre nella mia vita, viene ad incontrarmi.

Anche più volte il Signore si fa presente nella mia giornata: come un fiore, un frutto maturo, un raggio di sole.

Cosa devo fare io? Aprire gli occhi e vedere il suo volto, ascoltare la sua parola.

Passano gli anni, la storia, le vite, i regni, le usanze, le civiltà, il cielo e la terra... ma la fedeltà del Signore è e sarà per sempre!

Buona giornata

sr M.Chiara


20 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti