top of page

25 aprile 2023 - martedì della 3a settimana di Pasqua

Festa di san Marco, Evangelista, che a Gerusalemme dapprima accompagnò san Paolo nel suo apostolato, poi seguì i passi di san Pietro, che lo chiamò figlio; si tramanda che a Roma abbia raccolto nel Vangelo da lui scritto le catechesi dell’Apostolo e che abbia fondato la Chiesa di Alessandria.


Dal trattato «Contro le eresie» di sant'Ireneo, vescovo

La Chiesa, sparsa in tutto il mondo, fino agli ultimi confini della terra, ricevette dagli apostoli e dai loro discepoli la fede nell'unico Dio, Padre onnipotente, che fece il cielo la terra e il mare e tutto ciò che in essi è contenuto (cfr. At 4, 24).



Mc 16, 15-20 Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».

Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio.

Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.


Parola del Signore.


Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non  credettero.
Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.

Andate in tutto il mondo! Annunziate la buona novella! Così, al momento di lasciarli, Cristo affida ai suoi apostoli la missione di continuare la sua opera. E' questa la missione di ogni cristiano, e perciò la missione di ciascuno di noi: la missione cioè di portare il Vangelo in tutto il mondo unendo strettamente la testimonianza della Parola a quello delle opere, dei segni. Con l'esortazione alla missione universale si congiunge l'affermazione che per la salvezza sono richiesti la fede e il battesimo.

Inoltre agli annunciatori del Vangelo viene promesso che la loro predicazione missionaria sarà sostenuta e confermata dai miracoli compiuti da Gesù risorto. E' il Cristo risorto al quale è stato dato ogni potere in cielo e in terra (cfr. Mt 18,28) che manda i cristiani a predicare il Vangelo ad ogni creatura.

Signore Gesù, ti ringraziamo per la tua Parola che ci ha fatto vedere meglio la volontà del Padre. Fà che il tuo Spirito illumini le nostre azioni e ci comunichi la forza per eseguire quello che la Tua Parola ci fà vedere. Fà che noi, come Maria, tua Madre, possiamo non solo ascoltare, ma anche praticare la Parola.

sr M. Margherita

25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page