24 settembre 2019 - martedì XXV settimana TO

Aggiornato il: 16 feb 2020


Lc 8, 19-21 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, andarono da Gesù la madre e i suoi fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla. Gli fecero sapere: «Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti». Ma egli rispose loro: «Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica».

Parola del Signore.

Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica

"Tua madre e i tuoi fratelli desiderano vederti" (v. 20). I contemporanei di Gesù ebbero la possibilità di vederlo, ma molti, nonostante questo, non giunsero a credere in Lui. A noi è data un'altra possibilità per stabilire un rapporto con Lui nostro Dio e nostro Salvatore: conoscere il suo cuore attraverso le sue parole, conoscere il cuore di Dio attraverso la parola di Dio, conoscere l'azione di Dio attraverso la sua Parola che "opera in noi che crediamo" (1 Ts 2, 13). Così Maria è divenuta la Madre del Signore perché ha creduto alla sua Parola. Dice S: Ambrogio: "L'anima nostra è vivificata dalla Parola di Dio. Perciò dobbiamo sforzarci in ogni modo di mettere da parte tutto, di raccogliere in noi le parole di Dio, di trasfonderle nel nostro intimo, nei sentimenti, nelle sollecitudini, nei pensieri e nelle azioni così che possiamo dire anche noi: la tua parola mi fa vivere. La tua parola mi renda per te Signore Gesù, sorella e madre, capace di generare nel mondo nuova vita e nuova energia di amore.

sr Maria Daniela


8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti