24 maggio 2020 - Ascensione del Signore, Solennità

Aggiornato il: mag 28

Solennità dell’Ascensione del Signore nostro Gesù Cristo, in cui egli, a quaranta giorni dalla risurrezione, fu elevato in cielo davanti ai suoi discepoli, per sedere alla destra del Padre, finché verrà nella gloria a giudicare i vivi e i morti.


Mt 28, 16-20 Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato.

Quando lo videro, si prostrarono. Essi però dubitarono. Gesù si avvicinò e disse loro: «A me è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra. Andate dunque e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».

Parola del Signore.


... io sono con voi tutti i giorni ...

"Uomini di Galilea, perchè fissate nel cielo lo sguardo? Come l'avete visto salire al cielo, così il Signore ritornerà" (Ant. d'Ingresso).

Gesù è salito al cielo senza lasciare la terra.

"Io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo" (Mt 28, 20)

"Non abbandonò il cielo quando di là discese fino a noi e neppure si allontanò da noi quando è nuovamente asceso al cielo. Egli viene esaltato al di sopra dei cieli; tuttavia soffre qui in terra tutti gli affanni che noi, sue membra sopportiamo"

( S. Agostino).

Gesù sale al Padre, ma non ci abbandona.

"Non si turbi il vostro cuore, vado a prepararvi un posto. Ritornerò e vi prenderò presso di me, affinchè dove sono io siate anche voi" (Gv 14, 1-3).

"Contemplerete la mia faccia e porterete il mio nome sulla fronte" (cf Ap 22,4).

"Dio ricco di misericordia per l'immenso amore col quale ci ha amati ci ha fatto rivivere col Cristo... ci ha risuscitati e insediati nella sommità dei cieli in Cristo Gesù" (Ef 2,4 ss.).

Gesù ha portato con sè l'umanità redenta. là il Padre ci attende per darci il suo abbraccio.

Nell'attesa di quest'abbraccio…

"lo Spirito Santo che il Padre manderà verrà su di voi e riceverete da Lui la forza per essermi testimoni" (At 1,8).

"Un comandamento nuovo vi dò: che vi amiate gli uni gli altri, come io ho amato voi anche voi amatevi gli uni gli altri" (Gv 13,34).

Mi sembra che questa sia la testimonianza che il mondo attende.

Vieni Spirito Santo e donaci l'amore.

sr Maria Emanuela


“I discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva indicato … e disse loro:’Ecco, io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo’ ” (Mt 28,16.20).

S. Giovanni Crisostomo dice: “Il cielo ha avuto il suo corpo e la terra ha ricevuto lo Spirito Santo; Cristo è venuto e ha portato lo Spirito Santo; Cristo è asceso e ha portato con sé il nostro corpo.”. E San Cirillo di Alessandria: “Il Signore nostro Gesù Cristo ha inaugurato per noi la via nuova e vivente.” (cfr Eb 8,24). Gesù indica il monte ai discepoli, a noi, ai cristiani che lo vogliono seguire: “Se siete risorti con Cristo, cercate le cose di lassù” (cfr Col 3,1). Il monte è il luogo dell’incontro con Dio, è in invito a ‘salire’, con fatica, con speranza, con gioia, col nostro corpo e soprattutto col nostro cuore e la nostra anima; col desiderio di incontrare Lui, il Risorto, che dimora in mezzo a noi. “Il Dio con noi” (Mt 1,23). “In quel giorno voi saprete che io sono nel Padre mio e voi in me e io in voi”. (Gv 14,20). ‘ Dio ha deposto nel cuore dell’uomo il suo Spirito’ “per farci comprendere a quale speranza ci ha chiamati” (Ef 1,17), Dio di ogni consolazione, che è “sempre con noi fino alla fine del mondo” (Gv 28,20).

“Ringraziamo con gioia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, perché ci ha messo in grado di partecipare alla sorte dei santi nella luce.” (Col 1,3). “Benedici il Signore anima mia, non dimenticare tanti suoi benefici. (Sal 102).

Maria, Madre del Risorto, ci conduca nel cammino, e ci insegni a fissare gli occhi e il cuore su di Lui. Deo gratias!

Sr. Maria Antonietta.

34 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube