22 settembre 2020 - martedì della XXV settimana del T.O.

.Lc 8, 19-21 Dal Vangelo secondo Luca

«In quel tempo, andarono a trovare Gesù la madre e i fratelli, ma non potevano avvicinarlo a causa della folla.

Gli fu annunziato: «Tua madre e i tuoi fratelli sono qui fuori e desiderano vederti».

Ma egli rispose: «Mia madre e miei fratelli sono coloro che ascoltano la parola di Dio e la mettono in pratica» . Parola del Signore.

... Tua madre e i tuoi fratelli sono qui ...

“Tua madre e i tuoi fratelli stanno fuori e desiderano vederti. Ma egli rispose loro: Mia madre e miei fratelli sono questi: coloro che ascoltano la Parola di Dio e la mettono in pratica”

Queste parole di Gesù, lungi dal voler escludere la madre che lo ha generato verginalmente proprio in virtù dell’ascolto obbediente e pronto della Parola, sono inclusive, ossia “allargano gli spazi della tenda” (Is 54,2) ad una maternità e fraternità nei confronti di Lui più universale, ossia fecondamente estesa a tutte le genti. Per chi crede, per chi ascolta la Parola di Dio e la mette in pratica, c’è la sicurezza della fede che egli sta percorrendo la via buona del Vangelo proclamato dal nostro “Figlio” e fratello maggiore Gesù!

Quindi, come in virtù del Battesimo, siamo innestati in Lui, definiti figli nel Figlio, così in virtù dell’ascolto obbediente della sua Parola partecipiamo per grazia alla generazione di Lui, dunque per la fede siamo sua madre e suoi fratelli. Questa rivelazione ci dovrebbe provocare le vertigini per l’abissale e oggettivamente reale distanza tra Lui, Uomo-Dio, e noi creature piccole e povere. Ci colga pure la vertigine, ma subito con fede riposiamo sulla sua infallibile Divina Parola. Signore Gesù, fa’ che ascoltiamo la tua Parola e la mettiamo in pratica; fa’ che nelle famiglie, nelle comunità, nei movimenti ecclesiali si gusti il pane buono della tua Parola buona e si allarghino gli spazi della tenda dello Spirito Santo, per una maternità e fraternità spirituale sempre più ampie, che dilatino la civiltà dell’amore e della pace. Amen

Sr M. Liliana

12 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube