top of page

2 settembre 2021 - giovedì della XXII settimana del TO

Oggi è il giorno della "GRAZIA" del S. Cottolengo!

La sera del 2 settembre viene chiamato ad assistere Giovanna Maria Gonnet, una donna incinta e tubercolotica, di passaggio a Torino e rifiutata dagli ospedali cittadini. Il Cottolengo non può far altro che amministrare i sacramenti alla morente e alla piccola nascitura, che vive solo pochi minuti. La disperazione del marito e dei figli della donna scuotono profondamente l’animo di don Giuseppe. Inginocchiatosi in preghiera davanti al quadro della Vergine Maria, Madonna delle Grazie, si sentì ispirato dalla Divina Provvidenza a dar vita ad un’opera di carità che accogliesse i poveri rifiutati da altre istituzioni. Il 17 gennaio 1828, coadiuvato da alcuni laici e da benefattori, avvia il “Deposito della Volta Rossa, sito in via Palazzo di Città. Nell’estate del 1830, con l’aiuto di Madre Marianna Nasi, dà inizio alla comunità delle Suore.


Lc 5, 1-11 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e insegnava alle folle dalla barca.

Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell'altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare.

Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedèo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d'ora in poi sarai pescatore di uomini».

E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

Parola del Signore.

«Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca».

La gente fa ressa intorno a Gesù per ascoltare la Parola di Dio. Allora egli, per farsi udire meglio da tutti, sale su una barca, quella di Simone. Finita la predicazione, Gesù invita Pietro a prendere il largo e pescare. Pietro la fa sulla Parola di Gesù.

Ed ecco il miracolo: una quantità stragrande di pesci.

Di fronte alla grazia, Pietro reagisce pregando Gesù di allontanarsi da lui, perchè peccatore.

Questo è fondamentale per tutti noi: la grazia che riceviamo non deve farci insuperbire, ma diventare più umili e farci sentire di più la nostra miseria.

Gesù invita Pietro a non temere e gli annuncia la sua missione: sarà pescatore di uomini.

Ogni grazia è per una missione.

sr M. Angela

26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti