2 ottobre 2019 - mercoledì XXVI settimana TO

Aggiornato il: feb 16

Memoria dei santi Angeli Custodi, che, chiamati in primo luogo a contemplare il volto di Dio nel suo splendore, furono anche inviati agli uomini dal Signore, per accompagnarli e assisterli con la loro invisibile ma premurosa presenza.


«Egli darà ordine ai suoi angeli di custodirti in tutti i tuoi passi». Queste parole quanta riverenza devono suscitare in te, quanta devozione recarti, quanta fiducia infonderti! Riverenza per la presenza, devozione per la benevolenza, fiducia per la custodia.

Sono presenti, dunque, e sono presenti a te, non solo con te, ma anche per te. Sono presenti per proteggerti, sono presenti per giovarti..

Dai «Discorsi» di san Bernardo, abate



Mt 18,1-5.10 Dal Vangelo secondo Matteo

In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è più grande nel regno dei cieli?». Allora chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli. Perciò chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglierà un solo bambino come questo nel mio nome, accoglie me. Guardate di non disprezzare uno solo di questi piccoli, perché io vi dico che i loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli».

Parola del Signore.

I loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli

Oggi il Vangelo è pieno di Angeli di bambini e del volto del Padre che è nei cieli. Questa festa è piena di luce.

Il salmo 90 dice: Dio darà ordine ai suoi angeli di custodirti nei tuoi passi, sulle loro mani ti porteranno perché non inciampi il tuo piede sulla pietra.

Una leggenda ebraica racconta che ogni uomo viene sulla terra con una fiammella sulla fronte. Una piccola stella accesa gli cammina davanti. Quando due uomini si incontrano le loro due stelle si fondono si ravvivano, come due ceppi sul focolare. Queste fiammelle di luce sono gli angeli, la loro luce divina ci protegge.

L’incontro e riserva di luce.

Ecco angeli e bambini ci fanno compagnia e il volto del Padre ci inebria e ci fa contenti.

Il libro dell’Apocalisse dice: “Poi venne un altro Angelo e si fermò all’altare dei profumi reggendo un incensiere d’oro. Gli furono dati molti profumi perché li offrisse insieme con le preghiere di tutti i santi” (Ap 8,3), bruciandoli sull’altare d’oro, posto davanti al trono. “E dalla mano dell’Angelo il fumo degli aromi salì davanti a Dio insieme alle preghiere dei santi” (Ap 8,4).

Preghiere e profumi. Angeli e volto del Padre, sono la primavera delle nostre anime. Vieni Signore, vieni con i tuoi Angeli.

Sr M. del Buon Consiglio


14 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube