top of page

2 aprile 2024 - martedì dell'ottava di Pasqua

Gv 20, 11-18

Dal Vangelo secondo Giovanni


In quel tempo, Maria stava all'esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l'uno dalla parte del capo e l'altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l'hanno posto».

 Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l'hai portato via tu, dimmi dove l'hai posto e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» - che significa: «Maestro!». Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va' dai miei fratelli e di' loro: "Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro"».

 Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!» e ciò che le aveva detto.


Parola del Signore.

Lode a Te o Cristo.


«Donna, perché piangi?».

Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?» (Gv 20,15).

Come Chi cerchi? È evidente. Maria di Magdala cerca la persona che è mancata al suo affetto, il suo Maestro. O forse, lo cercava, dal momento che è scomparso: non può più cercarne nemmeno i resti mortali, perché il sepolcro è vuoto.

Chi cerchi?, però, non è una questione così scontata se a porla è Risorto, il Dio che conosce ogni angolo del nostro cuore. È una vera e propria provocazione, non solo per Maria, ma anche per noi. Più ci si lascia interpellare da questa domanda, e più si capisce che dalla risposta che diamo dipende la nostra vita: Chi cerchi? è la chiave per interpretare non solo i nostri lutti e tutte le nostre sofferenze, ma anche le gioie, i successi e le nostre scelte quotidiane più insignificanti. A dire il vero, è più facile rispondere a: che cosa cerchi? Infatti, normalmente cerchiamo sicurezza, salute, riconoscimento, affetto, gratificazioni, vantaggi, serenità, incoraggiamento,  giustizia…

Ma chi cerchiamo veramente in tutto questo?

Sr Maria Chiara Amata

 


 

44 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page