17 giugno 2020 - mercoledì della XI settimana T.O.

Mt 6, 1-6. 16-18 Dal Vangelo secondo Matteo


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c'è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.

Dunque, quando fai l'elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l'elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

E quando pregate, non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.

E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un'aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

Parola del Signore.


... prega il Padre tuo, che è nel segreto ...

In questo Vangelo c’è un filo d’oro che unisce l’elemosina, la preghiera e il digiuno. In esse, Gesù introduce il Padre che vede nel segreto, l’intimità e la ricompensa. Il Padre che vede nel segreto è il mistero silenzioso di Dio nel nostro cuore, il conforto della nostra attesa, la luce delle nostre menti, il godimento del dono. È la ricompensa perché Dio è generoso e dona già adesso e il centuplo in cielo! Misura dell’uomo e di Dio, misura della storia è il bene, centuplicato da Dio. Il nostro cielo, il nostro avvenire è frutto del bene dell’elemosina, della preghiera e del digiuno, che Dio moltiplica senza misura. Anche in questo tempo di pandemia Dio ascolta la preghiera e ci aiuta in mille modi. La preghiera resta l’S.O.S. dell’umanità nel cuore di Dio.


sr. M. del Buon Consiglio


30 visualizzazioni
LA NOSTRA RETE

Da quasi 2 secoli Cottolengo assiste in Italia e nel mondo 500 mila pazienti negli ospedali, 5mila bambini nei servizi educativi, più di 5mila disabili, anziani e senza fissa dimora a cui viene data accoglienza e oltre 130mila pasti gratuiti distribuiti.

INDIRIZZO

Monastero Cottolenghino Adoratrici del Preziosissimo Sangue di Gesù

Via del Santuario, 22

​Pralormo (TO) 10040 Italia

tel 0119481192

adoratrici@gmail.com

farebene.png

© 2019 Monastero Adoratrici Pralormo

  • YouTube