top of page

16 maggio 2022 - lunedì della V settimana del tempo di Pasqua

Gv 14, 21-26 Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chi accoglie i miei comandamenti e li osserva, questi è colui che mi ama. Chi ama me sarà amato dal Padre mio e anch'io lo amerò e mi manifesterò a lui».

Gli disse Giuda, non l'Iscariòta: «Signore, come è accaduto che devi manifestarti a noi, e non al mondo?».

Gli rispose Gesù: «Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.

Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

Parola del Signore.

... lui vi insegnerà ogni cosa ...

Oggi, nel Vangelo continuiamo ad ascoltare le parole che, secondo Giovanni, Gesù ha detto dopo l’ultima cena, preparando i discepoli alla sua passione, morte e risurrezione.

Gesù gli dice “chi mi ama è colui che osserva i miei comandamenti”. E quali sono i suoi comandamenti?

Gesù ci ha detto “amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi”; “rimanete nel mio amore” e ce lo ha mostrato fino all’estrema conseguenza: donando la vita per i fratelli. “Se dunque, io, il Signore e il Maestro, ho lavato i piedi a voi, anche voi dovete lavare i piedi gli uni agli altri” (Gv 12,14).

Certo anche se Gesù ci ha dato l’esempio non è così facile seguirlo, anzi tante volte ci sembra impossibile. D’altra parte se vediamo un esperto alpinista che scala la montagna e ci fa vedere dove mettere i piedi, sembra bello e semplice, ma tutt’altra cosa è metterci a scalare la montagna.

Stessa cosa capita a noi: come poter fare i gesti d’amore che ci chiede Gesù?

Ce lo dice lui stesso: “lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa”.

È lo Spirito Santo che ci dà la possibilità di compiere ciò che ci suggerisce Gesù nei momenti più difficili. È la SS. Trinità che ci abita per il battesimo e in cui viviamo per il dono della Risurrezione che ci permette di compiere il bene, di amare nonostante le nostre povertà.

Preghiamo lo Spirito Santo con fiducia, egli “ci insegnerà ogni cosa”.

Vieni Spirito Santo!

Sr M. Chiara

18 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page