top of page

15 luglio 2022 - venerdì della XV settimana del T.O.

Memoria della deposizione di san Bonaventura, vescovo di Albano e dottore della Chiesa, che rifulse per dottrina, santità di vita e insigni opere al servizio della Chiesa. Resse con saggezza nello spirito di san Francesco l’Ordine dei Minori, di cui fu

ministro generale. Nei suoi molti scritti unì una somma erudizione a una ardente pietà. Mentre si adoperava egregiamente per il II Concilio Ecumenico di Lione, meritò di giungere alla visione beata di Dio.


Se poi vuoi sapere come avvenga tutto ciò, interroga la grazia, non la scienza, il desiderio non l’intelletto, il sospiro della preghiera non la brama del leggere ... Dall’opuscolo «Itinerario della mente a Dio» di san Bonaventura, vescovo




Mt 12, 1-8 Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù passò, in giorno di sabato, fra campi di grano e i suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere delle spighe e a mangiarle.

Vedendo ciò, i farisei gli dissero: «Ecco, i tuoi discepoli stanno facendo quello che non è lecito fare di sabato».

Ma egli rispose loro: «Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? Egli entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani dell'offerta, che né a lui né ai suoi compagni era lecito mangiare, ma ai soli sacerdoti. O non avete letto nella Legge che nei giorni di sabato i sacerdoti nel tempio vìolano il sabato e tuttavia sono senza colpa? Ora io vi dico che qui vi è uno più grande del tempio. Se aveste compreso che cosa significhi: "Misericordia io voglio e non sacrifici", non avreste condannato persone senza colpa. Perché il Figlio dell'uomo è signore del sabato».


Parola del Signore.

... cominciarono a cogliere delle spighe ...

«Gesù passò, in giorno di sabato, fra i campi di grano e i suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere delle spighe e a mangiarle” (Mt 12,1-8).

È molto bella questa scena di Gesù che passa per i campi di grano, proprio in questo periodo dell’anno, provato dalla siccità, in cui anche nei nostri campi si sta finendo la mietitura del grano, con la fatica e la gioia per il raccolto. Anche i discepoli raccolgono e ne mangiano le spighe fresche. Questo gesto però, irrita gli osservanti, perché pensano che sia una trasgressione della Legge di Dio. Gesù non disprezza la Legge, Egli è venuto per darle compimento e vuole portare la nostra attenzione sull’essenza della Legge che è l’Amore: «Misericordia io voglio e non sacrifici». Gesù ci insegna a non chiudere gli occhi sul bisogno dei fratelli, ma ad andare loro incontro con misericordia. In questo modo la Legge di Dio trova il suo compimento.

Chiediamo a Maria, la Madre di Gesù, ‘Chicco di grano’ che ci ha donato la salvezza, di custodire con noi il Pane della Parola, perché nei nostri cuori e nella nostra vita, porti frutti di misericordia nella carità vicendevole.

Deo gratias!

Sr Maria Antonietta


0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page