top of page

10 aprile 2023 - lunedì dell'ottava di Pasqua o Pasquetta

Mt 28, 8-15 Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l'annuncio ai suoi discepoli. Ed ecco, Gesù venne loro incontro e disse: «Salute a voi!». Ed esse si avvicinarono, gli abbracciarono i piedi e lo adorarono. Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea: là mi vedranno».

Mentre esse erano in cammino, ecco, alcune guardie giunsero in città e annunciarono ai capi dei sacerdoti tutto quanto era accaduto. Questi allora si riunirono con gli anziani e, dopo essersi consultati, diedero una buona somma di denaro ai soldati, dicendo: «Dite così: "I suoi discepoli sono venuti di notte e l'hanno rubato, mentre noi dormivamo". E se mai la cosa venisse all'orecchio del governatore, noi lo persuaderemo e vi libereremo da ogni preoccupazione». Quelli presero il denaro e fecero secondo le istruzioni ricevute. Così questo racconto si è divulgato fra i Giudei fino a oggi.


Parola del Signore.


In quel tempo, abbandonato in fretta il sepolcro con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l'annuncio ai suoi discepoli.

Le donne che avevano seguito Gesù con Maria sua Madre sulla via del Calvario ed avevabi assistito alla sua crocifissione e morte, seono le prime a ricevere l'annuncio della sua Risurrezione.

Il timore e la gioia dopo l'incontro dell'angelo al sepolcro non suscitanto in loro dubbi, domande, perplessità e per questo lasciano in fretta il sepolcro per annunziare ai fratelli quanto era stato detto loro dall'angelo. Ed ecco che il Risorto, che precederà i discepoli in Galilea, prima di mostrarsi loro va incontro alle donne ed esse lo riconoscono e gli si gettano ai piedi per adorarlo. L'Evangelista afferma che tra gli undici discepoli che partirono per la Galilea verso il monte che Gesù aveva loro indicato, per incotrarlo, alcuni dubitavano della Sua Risurrezione.

Solo chi l'ha seguito nella fede anche di fronte alla Sua morte di Croce, non si arrende e continua a sperare. L'Angelo, infatti aveva assicurato alle donne che Colui che cercavano, Gesù, il Crocifisso era risorto dai morti.

Quante volte, o Signore, noi facciamo fatica ad arrenderci quando le prove, le sconfitte, le circostanze della vita ci sorprendono perchè inaspettate o non conformi ai nostri progetti, ai nostri desideri... Ma a differenza delle guardie e dei capi dei sacerdoti non vogliamo cedere alle suggestioni del male, e come le donne vogliamo lasciarci alle spalle i nostri sepolcri per correre incontro a te che sempre ci precedi. Fa' di noi donne di Risurrezione.

sr M. di Gesù Bambino

22 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page