1 marzo 2021 - lunedì della II settimana di Quaresima

Lc 6, 36-38 Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso.

Non giudicate e non sarete giudicati; non condannate e non sarete condannati; perdonate e sarete perdonati.

Date e vi sarà dato: una misura buona, pigiata, colma e traboccante vi sarà versata nel grembo, perché con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio».

Parola del Signore.

Siate misericordiosi, come il Padre vostro è misericordioso...

Il Vangelo di oggi... mi spiazza: mi chiede di conformare il mio modo di agire non a quello che fanno gli altri con me, con quello che "mi sento" di fare, nè con quello che fanno le persone famose o più buone che conosco... il paragone è addirittura con Dio!


Siate misericordiosi come il Padre vostro è misericordioso!


Il colmo avviene nell'ultima frase: "con la misura con la quale misurate, sarà misurato a voi in cambio".

Cioè Dio dice: nel giudizio mi conformerò io al tuo modo di agire: se tu sei stato misericordioso io lo sarò con te, se sei stato generoso io farò altrettanto.

D'altra parte la preghiera del Padre nostro è molto pericolosa, soprattutto nella frase che dice "rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori...".

Gesù dice: allarga il tuo cuore, sii magnanimo, misericordioso come il Padre mio, non confrontarti con la mentalità corrente, ma guarda in alto!

La misericordia del Padre è infinita... ma riesce a stare anche nel nostro cuore... se lo svuotiamo al nostro IO onnipotente. Proviamo a farlo o almeno desiderarlo insieme.

Buona giornata!

sr M. Chiara




32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti